Parrocchia ‘Immacolata Concezione’ – S. Maria Capua Vetere (CE)

La scelta del legno lamellare tra i materiali da costruzione è ormai prassi consolidata, soprattutto per quegli edifici caratterizzati da spazi interni molto ampi e liberi dall’ingombro di strutture verticali, che non intendano sacrificare l’estetica alle esigenze costruttive.
Tra questi gli edifici di culto occupano senz’altro una posizione preminente.
Un esempio di recente realizzazione è La Chiesa Parrocchiale dell’Immacolata Concezione di Maria Vergine a Santa Maria Capua Vetere (CE), inaugurata nel 2010. Essa è caratterizzata da una pianta “a ventaglio”, convergente vs il campanile in c.a., da cui si diramano “a raggiera” le cinque falde   a curvatura variabile della copertura in legno lamellare. Quest’ultima è stata oggetto di particolare cura da parte dei Progettisti, essendo la chiesa collocata in un ampio spazio residenziale circondato da edifici piuttosto alti, e, pertanto, visibile a 360°.
La sagomatura sinusoidale dell’estradosso delle pareti laterali in c.a , che intercettano il campanile a diversa quota, al fine di compensare i quattro metri complessivi di dislivello, ha imposto per la copertura lignea, un sistema“scalettato” di sei travi principali a doppia curvatura, di luce pari a 18 mt circa.
Nel dimensionamento delle travi principali, particolare attenzione si è dovuta dedicare alla verifica della congruenza degli spostamenti orizzontali e verticali tra due falde contigue, a causa della forte curvatura (in termini sia di entità che di variabilità).
Lo schema statico adottato per il calcolo della copertura è quello di trave semplicemente appoggiata, ove per le travi principali l’appoggio fisso (cerniera) è collocato a quota variabile in corrispondenza della struttura in c.a. del campanile, e l’ appoggio scorrevole (carrello) è collocato sui setti in c.a. perimetrali disposti su pianta circolare, che hanno dimensione adeguata a garantire il necessario supporto alle travi in caso di sisma.
Gli arcarecci, disposti in flessione retta, rastremati all’estradosso per costituire il miglior supporto possibile al tavolato superiore fortemente curvato, hanno luce variabile da mt 3,0 a mt 10,0 circa. Essi pertanto sono stati realizzati a sezione variabile uniformemente crescente, contribuendo così all’armonia visiva dello spazio interno, grandemente suggestivo.
Gli appoggi delle travi principali, realizzati in carpenteria metallica pesante, sono stati collocati dai progettisti sul matroneo. Essendo volutamente esposti e perciò visibili a distanza ravvicinata, sono stati appositamente progettati in stretta collaborazione tra i progettisti della Committenza ed i tecnici della Holzbau Sud, al fine di realizzare un connubio (riuscito) tra eleganza formale, semplicità ed efficacia costruttiva.

Parrocchia ‘Immacolata Concezione’ - S. Maria Capua Vetere (CE)